Home / Articoli / Prime e ultime volte (di L.Salvai)

 

“Quando è stata quell’ultima volta 
che ti han preso quei sandali nuovi 
al mercato coi calzoni corti 
e speranza d’estate alla porta 
ed un sogno che più non ritrovi 
e quei sandali duravan tre mesi poi distrutti in rincorse e cammino 
quando è stata quell’ultima volta 
che han calzato il tuo piede bambino”

L’ultima volta – F.Guccini

Se vi chiedessi di raccontarmi la vostra prima volta, a cosa pensereste? Molto spesso a una domanda del genere si tende a non rispondere, a meno che non si sia in stretta confidenza con il proprio interlocutore, perché quello che viene in mente, immediatamente, é la sessualità.

Eppure di prime volte ce ne sono tante: il primo bacio, il primo giorno di scuola, il primo giorno di convivenza, il primo stipendio, la prima delusione, la prima volta che siamo andati in bicicletta, che abbiamo amato, che siamo diventati genitori, che abbiamo raggiunto un obiettivo da soli. Non basta lo spazio di un articolo per elencare tutte le prime volte, e tutte queste volte sono importanti per la nostra vita, perché determinano un cambiamento e diventano dei punti di riferimento temporali del nostro sviluppo e della nostra crescita personale, delle tappe che hanno reso un po’ diverso il nostro vivere.

Le prime volte sono dei ricordi che si imprimono nella nostra memoria perché sono episodi fortemente emotivi, nuovi, e legati alla scoperta.

L’uomo ha bisogno di collocare nel tempo ciò che prima non c’era e poi c’é stato, di celebrarlo. Pensiamo a quanto é importante per molte coppie festeggiare il proprio anniversario: prima eravamo due individui separati, poi da un certo giorno in poi siamo diventati una coppia, abbiamo iniziato a progettare un futuro insieme, a condividere il nostro esistere. Ogni incontro della nostra vita ci cambia, ma ci sono incontri che sono delle pietre miliari della nostra narrazione.

Le prime volte sono così importanti, in alcune culture, da essere ritualizzate: pensiamo ai riti di iniziazione, ai riti religiosi (es. prima comunione), ai riti di passaggio.

La prima volta é sempre un cambiamento e mai una perdita. Eppure nell’ambito della sessualità femminile spesso si é associato il primo coito alla perdita della verginità. La prima volta che si fa l’amore é una prima volta, e come tutte le prime volte rappresenta qualcosa di nuovo, qualcosa che cambia e non qualcosa che si perde. È un più e non un meno, se vissuto in modo naturale e non per costrizione.

Ogni prima volta della nostra vita é un’occasione di significato, é memoria, é crescita, é arricchimento.

Ma non sono importanti solo le prime volte. Lo sono anche le ultime. Pensiamo all’ultima volta che abbiamo dato un esame all’università, all’ultima volta che abbiamo visto qualcuno prima di separarcene definitivamente, all’ultima volta che abbiamo lavorato prima della pensione. Tutto ciò che inizia, prima o poi, finisce, quindi se é importante la partenza, lo é anche l’arrivo.

Le ultime volte vengono celebrate e ritualizzate come le prime, restano nei nostri ricordi in modo spesso indelebile e sono altrettanto cariche di emotività e di significati.

Possono riguardare dei cambiamenti di status, e sono spesso degli eventi sociali: la festa con i colleghi l’ultimo giorno di lavoro, la festa di laurea, le celebrazioni funebri per l’ultimo saluto alle persone care.

A volte, la prima e l’ultima volta coincidono. Quante volte ci siamo detti: “questa é la prima e l’ultima volta che….”. È quando la nostra prima esperienza é stata un’esperienza negativa, e vogliamo che sia anche l’ultima, e ci sforziamo perché vada proprio così. Non sempre riusciamo a mantenere il nostro proposito, a volte ricadendo in situazioni che ci fanno soffrire, altre volte invece perché la seconda volta ci capita nostro malgrado, ed é migliore della prima, in quanto ci troviamo in circostanze o periodi di vita diversi, o con persone diverse.

Ogni volta può essere un’occasione, un’esperienza trasformativa, una ricchezza, qualcosa da ricordare. Certo, non possiamo celebrarle tutte, ma viverle sì.

 
Share this page
 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

 
 
Web Design BangladeshBangladesh Online Market