Home / Lo psicologo a casa tua

 

Quando ci si trova in difficoltà, e si ha bisogno di un sostegno, ma si è impossibilitati a recarsi presso lo studio privato dello psicologo, cosa si può fare? Si deve rinunciare a prendersi cura del proprio benessere, oppure ci sono delle soluzioni possibili?

Esistono alcune condizioni che limitano o impediscono la libera mobilità e che creano sofferenza o disagio personale e relazionale, per le quali un aiuto di tipo psicologico può essere utile, necessario o addirittura, in certi casi, fondamentale; cerchiamo di vedere insieme i casi principali, con alcuni esempi:

Disabilità temporanea: può essere causata da una condizione fisica o psichica transitoria (postumi di un infortunio o un incidente, problematiche legate a forti stati d’ansia, fobie, o altre condizioni psichiche che causino evitamenti o ritiro sociale).

Disabilità permanente: immobilità totale o parziale causata da condizioni mediche o danni fisici non reversibili.

I servizi di tipo psicologico che possono offrire una soluzione a queste difficoltà sono principalmente di due tipi:

1)  La psicologia a domicilio: non è il paziente a doversi recare presso lo studio dello psicologo, ma è lo psicologo stesso a recarsi presso l’abitazione del cliente. Generalmente, questo è possibile entro certi limiti, a livello di distanza, tra la zona dove lo psicologo opera e il domicilio del richiedente. E’ possibile che la visita a domicilio abbia un costo superiore a quello di una seduta tradizionale, ma questo dipende dalla maggiore o minore lontananza dell’abitazione del cliente, dal tipo di servizio offerto e dal singolo professionista.

2) La psicologia a distanza: è possibile avere una consulenza psicologica utilizzando gli strumenti offerti dalle nuove tecnologie (ad esempio Skype, che permette la comunicazione sia scritta, che audio e video). La psicologia online è anche utile quando l’impossibilità ad avere dei colloqui tradizionali non è dovuta a situazioni di disabilità, ma alla distanza tra il paziente e il professionista (es. trasferimenti momentanei per lavoro a terapia iniziata, interesse verso un particolare professionista che si trova, però, in una città lontana, ecc.).

Non tutte le necessità possono essere gestite attraverso questo tipo di mezzo, sarà pertanto cura del professionista valutare se la presa in carico a distanza è, oppure non è, consigliabile per quel dato tipo di difficoltà e consigliare eventualmente un percorso di tipo tradizionale presso un collega più vicino.

Per avere maggiori dettagli sulla psicologia a distanza, vi invito a leggere il mio articolo sulla consulenza online:

La consulenza psicologica via internet – Una breve guida per l’utilizzatore

Per informazioni in merito a queste due forme di consulenza e sostegno psicologici potete chiamare il numero 347/4640693 oppure scrivere una mail a: info@psicologipegaso.it .

 
 
 
Web Design BangladeshBangladesh Online Market